Poesia in Rete

Henri Cartier Bresson, Germania, 1945 Henri Cartier Bresson, Germania, 1945

[I. Pensieri incombono    II. È oggi che dobbiamo contrastare    III. Il rumore dei passi     IV. Il male è dappertutto uguale. È male    V. Riflessione notturna e cronaca dei giornali     VI. Non c’è porta che basti]

Come e perché, in queste notti
di prima estate, cosí brevi sfuggenti,
alle luci dell’alba gonfia di un mare,
a questa luce d’alba fresca suadente fragile e come
rosata, terribilmente radiosa −
un rumore di treno su lunghe rotaie
stride fra i neri boschi,
si posa sulla spalla,
per me a galla questi foschi pensieri
e immagini di morte (la fredda zaffata
che esce dalle peschiere)
e sudando nelle immagini
questi pensieri incombono,
e piango sul cuore di un ebreo
che ha il suo banco
nell’antico cuore di una strada
ed è vecchio stanco come mio padre ariano.

Scomparvero nelle piramidi di fuoco.
Quel…

View original post 1.170 altre parole

Annunci